12 aprile 2007

What a wonderful world

Gente che si dà pena per ciò che sconosciuti vicini dicono di loro, per ciò che si vede, ma che al "sicuro" delle loro quattro mura domestiche non si pone alcun problema nel commettere ogni tipo di nefandezza. Gente che picchia sua figlia e le augura di morire perché ha preso 5 al compito in classe.

Gente invidiosa del fatto che i propri "cari" siano felici. Gente che se io no allora neanche tu. Gente pronta a mettere il bastone tra le ruote se non fai come penso io. Costi quel che costi, che sia la perdita della serenità, che siano liti continue e senza senso o nevrosi collettive. L'importante è punire chi non fa come penso. A costo di autolesionismo. Ma fuori no, tutto deve sembrare lindo e pulito.

Gente che devasta il proprio tempo, le proprie energie e la propria vita a guardare cosa fanno perfetti sconosciuti per criticarli e dire che gli altri sono peggio.

Gente che odia, gente che disprezza, gente che volte uccide, apparentemente perché tifi per una squadra, per rumori molesti o "semplicemente" perché l'altro porta iella.

Gente che picchia solo perché hai un altro colore, nel cuore o nella pelle. O semplicemente per dimostrare di essere più forte. Non si sa di chi.

Gente che pare totalmente avulsa da altri problemi tanto da crearseli e "risolverseli" da sola. E invece no. Questa gente di problemi ne ha, e tanti. E' gente di tutti i tipi, appartenente alle più svariate classi sociali, e che da tali atti non ricava giovamento alcuno.

Eppure lo fanno, e sono in tanti, in tantissimi....

5 commenti:

Noodls ha detto...

Sono corsi e ricorsi storici Francesco...Fai bene a stignmatizzarli ma sono propri del DNA umano. Con le nobili eccezioni che confermano la regola.

Luigi ha detto...

l'uomo gode nel sentirsi migliore degli altri
è una cosa che tutti abbiamo dentro, alcuni
in modo più vistoso altri meno.
e se per sentirsi migliore, un individuo deve commettere nefandezze, fa nulla. l'importante è che nessuno sappia.
e per sentirsi migliore l'uomo deve avere per forza gente peggiore intorno a se, e qwuindi via con le critiche, anche false, anche ingiuste, via con le diffamazioni gratutite, via col cercare negli altri il difetto.
difetto che non c'è oggettivamente ma c'è nella testa di chi lo crea.
l'uomo creatura perfetta, ha tante pecche, sopratutto nella psiche.
tutti ne siamo affetti, e la cura spesso non si trova... la ragione fa da deterrente, ma se questa viene meno si arriva ai fatti da te descritti

Fry Simpson ha detto...

Ci vorrebbe una psicoanalisi di massa...
...ma è impossibile per definizione.

prescia ha detto...

leggendo quello che hai scritto...che in fondo già pensavo....guardandomi intorno...non posso che darti ragione...
è proprio tutto un grande bluff...e ci vuole una terapia di massa...a livello mondiale...
ciau.
Prescia

mammina ha detto...

Certo tutto ciò che dici è realtà. Ma non dimenticare gli uomini che combattono ogni giorno per regalare un sorriso ai bimbi malati. Uomini che con una parola sanno riempire mille ore di solitudine di un anziano. Uomini che sanno creare musiche meravigliose che regalono un sogno a chi le ascolta. Uomini che vivono la loro vita di ogni giorno in maniera semplice circondando chi gli sta intorno con il calore della loro amicizia e la gioia dello stare insieme ...