14 marzo 2007

La neolingua della pubblicità

Ultimamente nella pubblicità (chiamata anche con il termine messaggi promozionali) vedo comparire tracce della neolingua di Orwelliana memoria.

La neolingua/newspeak ha come scopo ridurre il più possibile il numero di vocaboli, eliminando sinonimi e contrari. Per esempio, perché usare due termini good/bad, quando si potrebbe benissimo usarne uno, good, ed usando un prefisso per dire il contrario, ungood?

Bene. Trasportando il tutto nella pubblicità, specie quella relativa a prodotti e servizi di comunicazione come contratti di telefonia e connettività ad Internet, si leggono strafalcioni come questi:
  • Banda illimitata fino a 5 Gigabyte al mese
  • Con soli 5 euro al mese parli gratis 200 minuti con chi ha un numero XXX
Come faccio ad avere una banda illimitata se ho un limite di 5Gb al mese?
Come faccio a parlare gratis con chi ha un numero XXX se ho pagato 5 euro per questo?

Hanno eliminato il contrario di limitato, facendolo diventare sinonimo di illimitato, e gratis è diventato sinonimo di a pagamento? Questo è puro doublethink! Sostituendo alle parole della neolingua quelle della archelingua, tutto sembra riacquistare un senso:
  • Banda limitata fino a 5 Gigabyte al mese
  • Pagando 5 euro al mese parli 200 minuti con chi ha un numero XXX

7 commenti:

Fry Simpson ha detto...

Ciao, Francesco! :-)

Verissima l'osservazione delle offerte "gratuite" a "soli 5 euro".
Sono sempre più impudenti!

E il bello che spesso c'è un asterisco che rimanda a una scritta minuscola dove si leggono in "corpo 2" delle avvertenze sul tono di: Attenzione: per "5 euro" si intendono "5 euro + un costo di attivazione di 30 euro".

E quando l'asterisco è in televisione?
Rimanda a una scritta sgranata che per leggerla dovresti avere la TV a una risoluzione 1280x1024!
Alla risoluzione della TV analogica non si legge un accidente... non nei 5 secondi in cui lasciano la scritta di 3 righe sullo schermo. >.<

Francesco Sblendorio ha detto...

Ecco perché si stanno diffondendo le TV "HD Ready"... per poter farci leggere meglio gli asterischi. Lo fanno per noi consumatori!

mi ha detto...

Il problema è che si tratta di tanti piccoli escamotage per farti credere di aver fatto un affare...

L'ultimo che ricordo è quello della tre: zero costi fissi, zero euro al minuto e qualcos'altro... ma non sono incluse la tassa governativa, i costi di questo, di quello, quell'altro ecc... però parli gratis!!!

il punto è che la gente vuole essere presa per il ... naso!

Francesco Sblendorio ha detto...

Ciao mi! Benvenuto e ben ritrovato, dato che l'ultima volta che ci siam visti è stato... ieri sera!

Eccerto che parli gratis... mica ti fanno pagare se vuoi emettere suoni! ;-)

Fry Simpson ha detto...

Come disse il mitico Mago Forest in uno sketch:

4 ore di conversazione gratuita al giorno.
Sì, ma mica al telefono!
Così, se incontri qualcuno per strada...

XD

Fry Simpson ha detto...

Sempre Forest:

Niente scatto alla risposta.
Perché c'è un sensore che fa partire lo scatto appena avvicini il dito alla tastiera per fare il numero!

=)

Anonimo ha detto...

Anche le donne, oramai, non sono più "disponibili" e "sessualmente aperte", sono free e open source, fino all'acquisizione del bug.

ps Sarebbe una cosa chiavica da chiedere ad una programmatrice, "senti ma te sei free e open source?" :) :) :)